Azienda, Consapevolezza

Le questioni di genere sotto la scrivania dell’azienda.

Eccoci ad una vera e propria lezione di galateo per una vera donna che si siede alla propria scrivania o ad un tavolo di riunione in azienda. Il nostro modello di femminile in azienda è frutto di cosa? Questioni di genere ne vogliamo parlare anche in azienda proprio perché qui gli stereotipi sono di casa.

Le Nazioni Unite la cantano molto bene questa tematica e la suonano altrettanto bene.

La disuguaglianza di genere è uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo sostenibile, alla crescita economica e alla riduzione della povertà. Grazie all’ OSM 3 sulla parità di genere e l’empowerment delle donne, i progressi nella possibilità alle bambine di iscriversi a scuola e l’integrazione delle donne nel mercato del lavoro, sono stati stato considerevoli. L’OSM 3 ha dato alla questione della parità di genere grande  visibilità, ma sono ancora sensibili  questioni importanti come la violenza contro le donne, le disparità economiche e la bassa partecipazione delle donne al processo decisionale politico. Il Goal 5 sostiene le pari opportunità tra uomini e donne nella vita economica, l’eliminazione di tutte le forme di violenza contro le donne e le ragazze, l’eliminazione dei matrimoni precoci e forzati, e la parità di partecipazione a tutti i livelli. Obiettivo 5. crede nel valore di raggiungere la parità di genere e l’empowerment di tutte le donne e le ragazze. Questo significa sostenibilità dell’evoluzione del genere umano.

Guarda questo video che riporta a considerazioni importanti sulla virtù femminile e sul valore della donna.

Le brave ragazze non fanno il “womanspreading”.

Pubblicato da PlayGround IT su Venerdì 14 luglio 2017

Mi piace sollevare queste riflessioni per richiamare in noi tutti la consapevolezza che siamo la somma  anche di vissuti così antichi, quindi passati, su cui riflettere se vogliamo tenerli o … lasciarli andare!!

I benefici di tutto ciò li ritroverai anche nel tuo corpo, perché lo stare seduti con le gambe accavallate genera un discreto mal di schiena.

Riprendiamo le osservazioni del modo di stare seduti e mettiamole in relazione con il nostro cervello rettiliano che governa i nostri comportamenti automatici.

La paura ci fa chiudere, quindi chiudiamo anche le gambe come segno di confine e di limite. La riflessione è quando tutto ciò diviene comportamento tipico per le persone di sesso femminile, al punto di divenire una consuetudine comportamentale.

Quindi:

  • osserva come ti siedi nella maggior parte delle occasioni
  • diventa consapevole se la scelta di postura è in relazione con uno stato di animo
  • scegli se sganciarti da quella postura e assumi una nuova postura adatta a te
  • ascoltati

linguaggio-corpo-gambe1

Il nostro modo di stare è spesso in relazione alle nostre emozioni ed abitudini e le nostre abitudini sono in relazione con le nostre emozioni.

Il nostro corpo esprime tanto di noi e comunica in modo sottile. Questa comunicazione è prima di tutto per noi stessi, per mettere in campo un livello di consapevolezza che ci agevoli nell’essere noi stessi.

Osserva quanto la tua postura è frutto di condizionamenti familiari o emotivi.

E’ importante proprio nel relazionarci. Come è le tua postura nelle relazione?

Il mio ruolo di counselor delle relazioni affettive ha visto accadere sotto i proprio occhi molti miracoli proprio partendo dalla postura con la quale ci relazioniamo con il partner e non è se stiamo a gambe chiuse o aperte che cambia la situazione certo però che abbandonare stereotipi ci può permetter una naturalezza che avvicina e sciogli timori.

A te ascoltare  e osservare il tuo modo di stare.

1
Tags:

about Poppi Claudia

Modenese di nascita, sfoglina di tradizione che porto nel lavoro di Team Bulding la sua passione per la pasta. Amante della semplicità, nel cibo e nelle relazioni. Amo il pensiero di Italo Calvino quando dice che la leggerezza è il contrario della superficialità. Mi occupo di crescita personale e di agevolare la trasformAzione dal 1997 come freelance. Dal 2012 le giornate le investo per aiutare persone, aziende e professionisti a trasformare in modo efficace se stessi e il loro mondo in meglio. Consulente in Sostenibilità per mettere in accordo felicità e produttività. Sostenibilità è una opportunità.