Comunicazione che nutre, Consapevolezza

empatia è mettersi nelle scarpe degli altri

Come sei messa/o a scarpe? Tue e degli altri…

Significativo ed interessante che sia stato aperto un Museo per evidenziare il valore e l’importanza di questo stato di animo.

“L’empatia è l’arte di mettersi nei panni di qualcun altro e di vedere il mondo attraverso i suoi occhi, è lo strumento più potente che abbiamo per capire la vita degli altri.” 

 Roman Krznaric

Musei se ne sprecano sulla tortura, sulle cattiverie compiute dall’uomo. Una infinità di Musei sulle prodezze umane e sui risultati avveniristici e le conquiste dell’uomo. Dal Museo della mitica Ferrari, qui vicino a dove vivo, Maranello deve naturalmente a lei la fama che ha nel mondo; Museo della civiltà contadina di Bentivoglio nei dintorni di Bologna; Tanti i musei dedicati agli Egizi, cultura che è nel mio cuore con la sua vita così spirituale.

All’empatia mi sembra proprio interessante che almeno una iniziativa esista così importante e manifesta come un Museo, a Londra, che propone consapevolezze ed esperienze per conoscere se stessi e il valore dell’empatia. images-10

In psicologia l’empatia è la capacità di porsi/sentirsi in modo rapido e spontaneo  nello stato d’animo o nella situazione di un’altra persona. Nella critica d’arte e nella pubblicità, è invece la capacità di coinvolgere emotivamente chi vede quella proposta con un messaggio in cui lo stesso è portato a immedesimarsi.

L’empatia la senti dentro, ti prende dentro, ti prende lo stomaco quando sei con qualcuno e riesci a provare le sue stesse emozioni.

Partecipi alla sua dinamica: soffri quando lui soffre, gioisci quando lui gioisce.

L’Empatia è quella cosa che fa in modo che i problemi degli altri diventino anche i tuoi problemi, che le gioie degli altri siano anche le tue.

images-2

Nel mondo di oggi, ove le relazioni umane sono spesso frammentarie, le persone chiuse nei loro iPod e computer, corrono su tappeti artificiali ascoltando musica invece di relazionarsi con la Natura e le altre persone….ove l’Alesettimia sta diventando sempre più diffusa – incapacità di provare emozioni.

Le persone che non sono in grado di provare lo stato d’animo di chi lo circonda e di esprimere ciò che provano loro stessi furono classificate dallo psichiatra Sifneos, all’inizio degli anni settanta, con un termine ad hoc che esprimesse il concetto cioè alessitimia. Un vero e proprio disturbo specifico nelle funzioni affettive e simboliche che spesso rende sterile e incolore lo stile comunicativo, praticamente è l’incapacità o l’impossibilità di percepire le proprie e le altrui emozioni. images-13

pare che negli Stati Uniti i livelli di empatia siano crollati del 50%, questo significa che metà delle persone che prima erano in grado di mettersi “nelle scarpe degli altri”  ora sono in grado solo di pensare a se stessi. Questi dati danno da pensare, anzi più che altro spaventano….se questo sta accadendo sempre di più in che direzione sta andando il genere umano?

In merito un dato interessante…l’esperienza dello Yoga della Risata riattiva questa competenza umana con miglioramenti tangibili del 10 % di miglioramento in un semplice ciclo di 10 sessioni.

images-14
Per mettere l’accento sul valore dei rapporti empatici tra le persone è nato a Londra il Museo dell’Empatia, inaugurato il 4 settembre, in occasione del Totally Thames Festival, con l’installazione A Mile in My Shoes cioè un Miglio nelle mie scarpe.

L’empatia è quella cosa che quando accade un evento fuori dal tuo mondo lo senti comunque tuo, basta una notizia alla televisione per catapultarti nel vortice delle sensazioni che provano le persone coinvolte, è quella cosa che ti impedisce di voltarti dall’altra parte davanti ad un’ingiustizia o davanti alla felicità.

Ed è proprio dal detto “Prima di giudicare qualcuno prova a camminare per un miglio con le sue scarpe” che prende spunto l’idea del museo, sarà un’avventura, un’esperienza per entrare nei panni di altre persone e vedere il mondo attraverso i loro occhi. images

Il museo sarà in realtà una mostra itinerante internazionale dedicata allo sviluppo la capacità di empatia e la creazione di una rivoluzione globale delle relazioni umane. I visitatori si calano nei panni di un’altra persona e sono invitati a camminare per un miglio lungo la riva del fiume, mentre vengono immersi nella narrazione della vita di questo sconosciuto.

Un allenamento alle emozioni, un allenamento alla percezione dei vissuti Altri.

Questo allenamento genera nuove modalità di percepire l’alto e , ancora di più, agevola la percezione responsabile del nostro muoverci nella vita agevolando la consapevolezza di come ci poniamo noi con i nostri comportamenti in relazione all’Altro e ai suoi bisogni.

“Il più grande deficit che abbiamo nella nostra società e nel mondo in questo momento, è un deficit di empatia. Abbiamo un grande bisogno di persone che siano in grado di stare nei panni di qualcun altro e vedere il mondo attraverso i loro occhi “ – Barack Obama

Riusciamo ad entrare nei panni degli altri?…come si sente un bambino a scuola bullizzato dai compagni?…come si sente un anziano che non è più autosufficiente?…come si sente una persona che perde il lavoro?…come sarebbe se iniziassimo a muove re passi di consapevolezza che esistono mondi oltre al nostro?…come si sente una donna o un uomo quando non viene ascoltata/o?……Mettetevi nelle scarpe di qualcuno e percorrete un pezzetto di strada emotiva con la consapevolezza che l’Altro ha un vissuto con il quale entrare in contatto con lui.

Claudia Poppi Empatia con voi

Altri approfondimenti?

Altro articolo sulla empatia?…qui e di questa esperienza di allenamento ne sviluppo contenuti e laboratori in eventi che trovi qui 

0
Tags:

about Poppi Claudia

Modenese di nascita, sfoglina di tradizione che porto nel lavoro di Team Bulding la sua passione per la pasta. Amante della semplicità, nel cibo e nelle relazioni. Amo il pensiero di Italo Calvino quando dice che la leggerezza è il contrario della superficialità. Mi occupo di crescita personale e di agevolare la trasformAzione dal 1997 come freelance. Dal 2012 le giornate le investo per aiutare persone, aziende e professionisti a trasformare in modo efficace se stessi e il loro mondo in meglio. Consulente in Sostenibilità per mettere in accordo felicità e produttività. Sostenibilità è una opportunità.