Consapevolezza, Femminile

Magia della felicità nella Luna e i suoi rituali

Si dicono tante cose raccolte nel giorno di luna piena. Non solo una data. Vi sono aperture di Portali, connessioni e intuizioni che ci accolgono per il loro potere trasformante. 

Non so se questo Novilunio potrà avere tutto questo potere trasformante che vorremmo. Certo che non possiamo attribuire a un cambio di fasi lunari un potere così elevato di trasformazione semplicemente standocene con il naso rivolto all’insù.

Cosa possiamo fare realmente in questi momenti di passaggio quali sono i cambi di luna, le eclissi equinozi e solstizi?

L’attesa e l’aspettativa è alta durante questi cicli lunari per noi umani sconnessi e che dimentichiamo quando l’osservazione della luna svolgeva un significativo ruolo di connessione tra gli elementi Uomo e Natura.  Scegliere i momenti opportuni per la semina era di vitale importanza e l’intuizione era attivata nell’essere umano proprio per garantirsi un futuro migliore o comunque soddisfacente.
Dove la magia dové in tutto ciò?

Io dico che C’è. Ne siamo immersi, siamo magia.

Quando le porte della percezione si apriranno tutte le cose

appariranno come realmente sono: infinite.
William Blake

Siamo pervasi di magia che non riusciamo ad accorgercene.

Come si può provare a spiegare ciò che ancora non conosciamo a sufficienza? Quello che accade solitamente che eventi sincronici, situazioni che accadono in coincidenza e altre “strane situazioni” vengono letti come stramberie, se e quando vengono notate.

Qui la paura dell’intuizioni. Qui si legge il terrore che ci sia altro oltre quello che ci siamo dati di conoscere e che abbiamo ricevuto come conoscenza ereditaria. E se ci fosse dell’altro? e se attraverso questo altro potessimo entrare in connessione con un livello di vita in cui possiamo realmente esercitare il libero arbitrio?

Come sarebbe tutto ciò? Perché noi in fondo, risuoniamo con quello che già conosciamo. Riprogrammiamo per noi e per la nostra vita ciò che abbiamo già “visto” sperimentato…. il resto, non lo vediamo neppure.

Non lo vediamo ma esiste già come possibilità.

Coglierlo e trasformarlo in azioni razionalmente basate diventa difficile solo perchè non siamo allenati.

Per brevi attimi, frazioni di secondi, momenti impercettibili di massima espansione interiore ci permettono un innalzamento vibrazionale che ci agevolano nel cogliere tutto ciò.

Si possono raggiungere squarci di apertura, cambi di stato, una vera e propria lacerazione del velo Maya.

Ognuno a suo modo tramite la ricerca di Trascendenza; la cerca del Santo Gral…per poi accogliere anche quell’illuminazione che ci fa finalmente vedere noi stessi come un Santo Gral con tutta la sua meraviglia.

Chi si mette in questa cerca-ricerca tramite la religione, chi con l’esperienza della meditazione.

Chi nelle ritualità e il corpo, i Chakra e la conoscenza delle energie sottili, chi con l’uso di sostanze che allargano gli stati di coscienza, droghe e affini. Vedi Castaneda e le 1000 esperienze degli sciamani. E’ un bisogno insito in ogni essere umano quello di mettersi in cerca, oltrepassare il proprio essere fisico, per andare al di là di se stesso per incontrare se stesso.

Questi spazi possono essere richiamati nella nostra vita anche dall’energia lunare e dai suoi rituali proprio perchè comunque sentiamo che qualcosa c’è. C’è chi lo sente di più e chi di meno, ma è presente. Quindi?

Accendi una candela in occasione della tua prossima connessione con l’energia della Luna…semplicemente una candela e diventa Luna. Chissà quanto apprenderai di te con questa semplice ritualità di connessione.

Mettetevi in cammino.

La Luna dunque cosa può fare? Espandere ciò che ci è già dato e innato in noi

Luna e i suoi rituali possono agevolare la riconnessione con ciò che è già dentro di noi.

Scrivimi qui sotto le tue esperienze e i tuoi vissuti in merito a queste giornate di Luna. Condivideremo insieme i nostri passi per connetterci con la nostra interiorità e ti passero volentieri qualche mio segreto.

 

3

about Poppi Claudia

Modenese di nascita, sfoglina di tradizione che porto nel lavoro di Team Bulding la sua passione per la pasta. Amante della semplicità, nel cibo e nelle relazioni. Amo il pensiero di Italo Calvino quando dice che la leggerezza è il contrario della superficialità. Mi occupo di crescita personale e di agevolare la trasformAzione dal 1997 come freelance. Dal 2012 le giornate le investo per aiutare persone, aziende e professionisti a trasformare in modo efficace se stessi e il loro mondo in meglio. Consulente in Sostenibilità per mettere in accordo felicità e produttività. Sostenibilità è una opportunità.

Lascia un commento